Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2011

Fratelli Fiasconaro di Castelnuovo (PA)

Immagine
Si parlava di miele e di quello di sulla in particolare a proposito della ricetta della Nusstorte. Si tratta di un prodotto dei F.lli Fiasconaro scoperto per caso facendo la spesa dal mio spacciatore di fiducia di frutta e verdura ossia il fruttivendolo Azzimonti Rita di Premoli Aldo in Via Quintino Sella a Busto Arsizio.

La mia Nusstorte

Immagine
Sono un modesto cuciniere, tendo a specializzarmi in quelle poche cose che mi riescono bene per non rimanerci male quando ti dicono: "Mmm, sa di poco" o "non mi fa impazzire".Per questo quando so per certo che il risultato merita l'assaggio, ecco che comincio a fare pacchettini per amici e parenti (anche per incrementare la mia autostima).Con la Nusstorte è stato amore a primo assaggio, mi ripromisi di cercare la ricetta per riprodurla a casa perché andare appositamente in Engadina per farne scorta mi sembrava eccessivo.Dopo diverse modifiche sono giunto alla ricetta che ritengo migliore per questa torta prettamente invernale ma che amo con qualsiasi temperatura esterna.

Modanella, Rapolano Terme (SI), un castello fra i tartufi

Immagine
Ci sono ristoranti che ti sfamano, che ti danno da mangiare, ma finisce lì. Ce ne sono altri invece che ti offrono qualcosa in più, il cuore, la passione, la professionalità. Se ci fosse una iniziativa 'adotta il tuo ristorante', sicuramente rientrerebbe di diritto fra le mie scelte. Sono quattro anni che conosco il locale, grazie a Marco Bechi, responsabile eventi di Slow Food Siena il quale la prima volta che ci andò, rimase sbalordito per il trattamento ricevuto. Lo ringrazio anche per le foto che mi ha gentilmente concesso per il mio racconto, visto che mi ero dimenticato di portare la macchina fotografica la sera della cena.Non si contano le volte che sono stato a pranzo o a cena in questo splendido castello a neanche mezzora da Siena, direzione Valdichiana, in un bucolico contesto di casali, olivi, boschi, vigneti e tantissima tranquillità.

Ci siamo presentati in 40 alla cena dedicata al prezioso tubero bianco, ma essendo una stagione avara di precipitazioni e di condizio…

OttimoMassimo di Milano

Immagine
Mi giunge voce di una recente apertura di una paninoteca gourmet tramite la gentile newsletter del Mangelo.it ed essendo in cerca di qualcosa di veloce ma non banale mi fiondo, a vedere cosa offre OttimoMassimo in Via Victor Hugo, di dirimpetto a Peck e Cracco.

Piedigrotta di Varese

Immagine
Ormai punto di riferimento per Varese e provincia, il/la Piedigrotta che dir si voglia si distingue dalle altre pizzerie per l'alta soddisfazione che garantisce ai suoi clienti più affezionati.
Scoperta per caso in una serata d'estate ormai anni or sono, quando l'ambiente era proprio bruttino ma ispirava già grazie alla sua rusticità convincente, la pizzeria di Antonio (Antonello per i più) Cioffi rientra nella mia personale top five.

Divin Porcello di Masera (VB)

Immagine
‘Homo est quod est’: con questa scritta sui muri esterni, il cliente si appresta ad entrare al Divin Porcello, il coloratissimo e allegro locale sito in una contrada del comune di Masera. ‘L’uomo è ciò che mangia!’ e il nome del ristorante fa pensare a cose belle sostanziose, di sicuro in contrasto con l’inappetenza. Così è. Ci siamo presentati in quattro belli aitanti e affamati giovani e la ragazza di sala ci fa accomodare in una della diverse salette che ospitano al massimo una sessantina di persone.


Fuori fa abbastanza freddo, siamo già a novembre inoltrato e quindi è il momento migliore per assaggiare quello che questa zona dell’alto verbano offre. 

L'Oca Ciuca di Vigevano (PV)

Immagine
L'idea di tornare a trovare l'amica Fulvia Legnazzi ci balenava in testa da tempo, l'occasione giusta è arrivata con la gita fuori porta di Alberto e della sua grandissima voglia di mettere le mani in pasta per la realizzazione del suo cavallo di battaglia, ossia i Pici con la P maiuscola.

Zur Rose di Appiano

Immagine
Ma qualcuno di voi, miei cari amici partecipanti, si sarebbe aspettato una serata del genere? Siamo partiti per rivederci dopo tanto tempo e ci siamo ritrovati qui, alla Trattoria dei Combattenti di Como, a gustare piatti e vini come nessuno poteva immaginare.
Sì perché il 9 novembre lo chef Herbert Hintner del ristorante Zur Rose di Appiano sulla strada del vino, è stato ospitato in questa gradevole ristorante comasco per raccontarci la sua terra attraverso un menu perfettamente incastonato tra innovazione e tradizione.