Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

Dop20 di Milano

Immagine
Sono in cerca di locali che offrano in carta panini non banali e Dop20, segnalato dalla guida di Massobrio e Gatti, ne ha una serie interessante con insaccati e prodotti caseari da tutte le regioni d'Italia.Il progetto dietro questo locale consiste nella ricerca di prodotti e produttori che hanno mantenuto le caratteristiche dei loro antenati e la volontà di farne conoscere la qualità.

Manna di Milano

Immagine
Mi chiedo ancora perché ho lasciato passare così tanti mesi dall'ultima visita al ristorante di Matteo Fronduti. Ci voleva il mio fido amico mangione Jumphrey e un periodo con numerose recensioni entusiastiche per tornare al Manna? Non bastavano quei nomi di fantasia dei piatti, i baffoni dello chef e una cucina solida e divertente? Si sa siamo strani noi blogghettari da strapazzo!

Sinceramente Barbaresco.

Immagine
Primo - rispetto al Barolo - in ordine alfabetico.Secondo per fama e notorietà.
Pari per grandezza, eleganza e capacità di suscitare emozioni.

Eccomi con un’altra personale dichiarazione d’amore dopo il Pinot Nero; in questo caso verso una denominazione: il Barbaresco. Vino tra quelli fondamentali dell’enografia italiana, conosciuto dal sottoscritto quando ero agli inizi di questa grande passione. Poi è venuto tutto il resto, Brunello, Barolo, Borgogna, Bordeaux, Alsace, Alto Adige, Lombardia, Sicilia…ma primo fra tutti il Barbaresco.

BuonGusto di Milano

Immagine
Se un'amica Cuciniera (very professional) mi consiglia un locale non posso far altro che fiondarmici, non potendo per il momento provarlo con la mia dolce metà a cena, mi accontenterò di qualche piattino in più occasioni del mezzogiorno.

Panini Durini (Via Durini) di Milano

Immagine
Cavolo se sono curioso! Ho ricevuto ieri un messaggio dell'amica mangiona SeaHorse che mi segnalava questo locale piuttosto nuovo proprio in centro a Milano, a due passi due da San Babila ed eccomi, dopo poche ore, a testarne la proposta.

Pastamadre di Milano

Immagine
Questo locale l'ho scoperto proprio per caso, prima sul blog S'Notes, dove troverete tante informazioni dettagliate in merito a chi ci sta dietro, e poi grazie a qualche foto della pagina Fb del locale commentata da amici.

Enoteca I Terzi di Siena

Immagine
Ecco uno dei pochi posti dentro le mura cittadine che lavora anche con il turismo, ma fortunatamente non ha menù chilometrici o turistici e soprattutto ha una ottima proposta enoica. Si tratta dell'Enoteca i Terzi, a pochissimi metri da Piazza del Campo. I 'Terzi' a Siena sono le parti in cui è suddivisa la città all'interno delle mura, c'è il Terzo di San Martino, il Terzo di Camollia e il Terzo di Città.

L'ambiente è caratteristico, con soffitto a volte, tavoli distanziati che danno molta tranquillità e arredamento di tono rustico elegante (salvo le tovagliette di carta che proprio non mi garbano).

Alice di Milano

Immagine
Dove eravamo rimasti? Ah sì, al mese di Ottobre, con questa breve recensione, quando Alice era una delle possibili nuove stelle milanesi. E ora che lo è diventata cos'è cambiato?

La Leggenda Dei Frati a Castellina in Chianti (SI)

Immagine
C'era una volta (ma c'è ancora) un Re dei fornelli che si chiamava Filippo, il quale insieme alla sua Regina Ombretta a al Principe Nicola tanti anni fa decisero di creare un piccolo regno chiamato 'La Leggenda dei Frati'. Il posto era tanto curato quanto minuscolo ma un po' ristretto per il tono che volevano dare al servizio. Decisero quindi di espandere il loro regno e sulla loro strada trovarono l'Azienda vinicola Cecchi, la quale aveva una vecchia foresteria da ristrutturare.