Hotel Combolo di Teglio (SO) ed i locali storici


Quando si passa dalla Valtellina non si può non fare tappa a Teglio, la patria del Pizzocchero, soprattutto in uno dei locali facenti parte della Accademia del noto piatto.
L'Hotel Combolo è rimasto nella mia agenda per tanto tempo ed era giunta l'ora di varcarne la soglia, un locale noto ai più con stanze che raccontano ancora una storia antica, che catapultano gli ospiti nei decenni passati.

Il ristorante conta di quattro sale: il salone degli Archi, la Tevernetta, La Terrazza e la sala Novecento, dove verremo fatti accomodare e che più di altre profuma di altre generazioni, quella dei nostri avi, anche i più lontani.


Dopo aver fatto finta di leggere il menu offertoci, ho deciso di puntare sul degustazione "L'Accademia consiglia", per fare un ripassino di tutti i prodotti più noti in valle (25 euro).

Parto con la sinfonia di Bresaole artigianali con burro d'alpe, cervo, cavallo e manzo sono protagonisti in questa carellata dove la bresaolina di manzo vince a mani basse per equilibrio sapido, qualità non raggiunta da alcune delle altre. Notevole l'abbinamento con il buon burro che ne esalta le caratteristiche dolci.


Un'attesa inaspettatamente lunga mi porta a provare il piatto principe e sul quale più alte erano le mie aspettative.
Pasta lodevole per consistenza, difficilmente la troverete meglio confezionata, il profumo rimanda al soffritto di burro e aglio, sentore che copre quello degli altri elementi. Patate e verze in quota ridotta, così come il formaggio casera, vengono soppiantati da quello grattugiato, valzer di sapori che al palato sono godibili ma non riescono a farmi gridare al miracolo.


Buona la selezione di formaggi, dai più freschi Scimudin e Latteria, alla toma di capra per finire con il corposo Casera affinato 24 mesi. Molto croccanti ma piuttosto carichi gli sciatt che portano con se' un gusto di fritto troppo intenso per renderli come le ciliegie, caratteristica quest'ultima varietale e tipica di questi ranocchietti che solitamente saltano in bocca da soli.


Nonostante il mio menu lo prevedesse, ho rinunciato al dessert, e quest'oggi anche al vino, nonostante la cantina fosse davvero ben fornita anche delle etichette meno scontate, quasi tutte made in Valtellina, da qui il plauso per l'operazione di valorizzazione del nuovo movimento vitivinicolo valtellinese, in fermento negli ultimi anni e con ottimi risultati.

Con tutta onestà avrei pensato di trovarmi a questa tastiera per tessere le lodi dei piatti usciti dalla cucina del Combolo e di raccontarvi di un'esperienza unica nel suo genere, invece mi tocca dire di aver semplicemente mangiato bene ma senza portare a casa un ricordo indelebile.

Luca Formenti

Hotel Combolo
Via Roma, 5
23036 Teglio (SO)
Tel. +39 0342 780083
Mail: info@hotelcombolo.it
web http://www.hotelcombolo.it/

Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

Love Eat di Castellanza (VA)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Ristorante Alusea a Silvi Marina (TE)

La Cucina del Toro di Milano