Post

Visualizzazione dei post da 2014

La Cantina di Cerreto di Spoleto (PG)

Immagine
Ricetta di una giornata allegra per 4 persone: prendete 4 amici gourmet, una gita fuori porta, date retta ad un consiglio di due dei quattro amici che vanno in questo locale per 'rifarsi la bocca', un pizzico di pazienza per la strada non proprio comodissima e un locale che in quanto ad ospitalità, cucina e vini non ha assolutamente nulla da invidiare ai ristoranti blasonati.
Il risultato sarà la Cantina di Cerreto di Spoleto, a metà strada fra Spoleto e Norcia, alle porte dei magnifici monti Sibillini.

La maison du Seigneur di La Salle (AO)

Immagine
Santo, Santissimo Booking! Come abbiamo fatto per anni e anni senza questo prezioso sito? Per chi come noi ama fare gite fuori porta in periodi di bassa stagione, torna sempre molto utile per scoprire piccole realtà dal rapporto qualità/prezzo/ospitalità unico.
Tre stanze, una simpatica famiglia, delle vecchie carceri del 1500 in pietra e legno ristrutturate ed offerte ai villeggianti dall'agosto scorso sotto forma di B&b, ad ottimi prezzi, tutto questo è la Maison du Seigneur.

More e Macine di La Morra

Immagine
Ganassino ti amo! Non ne conosco i motivi ma quando ti scorgo tra le voci del menu devi essere mio. Sarà la tua succulenza, sarà la goduria che fai sprigionare in me ad ogni boccone, sarà che nessuno ti tratta in egual maniera ed ogni volta l'approccio con le tue carni è una piacevole scoperta, sarà che sei davvero "porco" pur essendo di vitello, sei adorabile.

Osteria Sole di Ponte in Valtellina (SO)

Immagine
Risale ormai a diversi anni fa la prima visita in questa osteria a dir poco Amarcord del pieno centro storico di Ponte in Valtellina, due pasti piuttosto ravvicinati nel tempo e poi, causa il trasferimento nella nuova sede, non abbiamo più avuto modo di tornarci.

Le Tre Lune a Calenzano (FI)

Immagine
50 sfumature di gioia! Si può migliorare un piatto di tecnicamente perfetto? Si può, se oltre alla tecnica si accompagnano emozioni e ad ogni boccone, un'esclamazione di gioia. E' stato detto molto del passato di questi tre ragazzi, ora è il momento di parlare del fantastico presente e spero di cuore per loro, di un sempre più roseo futuro, ma le basi ci sono tutte.


110 minuti per riflettere

Immagine
Non sono solito postare video altrui, non vi dirò qual è la mia posizione in merito, riporto delle testimonianze sulle quali meditare.

I NOSTRI FIGLI CI ACCUSERANNO

Tavola - Locanda Le Piazze a Castellina in Chianti (SI)

Immagine
Ci sono angoli che in qualsiasi stagione ti regalano un'emozione e la Locanda Le Piazze nel suo terrazzino naturale fra Poggibonsi e Castellina in Chianti ha sicuramente questo dono per tutti i suoi ospiti.

Rosso di Sera di Castelletto Ticino (NO)

Immagine
A pranzo è meglio, non c'è verso! Va bene il fascino del lume di candela, compagno perfetto per una cena romantica; l'incontro tra appassionati in notturna, tra una degustazione e l'altra, ma continuo ad amare profondamente il pranzo, o colazione di lavoro, per la sua rilassatezza, il non dover correre per giungere in orario nel locale prenotato, i ritmi di servizio, l'intrattenimento finale. Ok, io sono un fancazzista di natura e non a tutti è concesso questo vizio, inoltre quest'oggi i fratelli Gramegna si sono superati con un'infinità di coccole, nemmeno fossi un'affascinante mora dal décolleté da infarto.

Però di Prato Sesia (NO)

Immagine
Giornata dedicata a due giovani imprenditori vitivinicoli del Nord Piemonte, Cristiano Garella (ex amministratore delle Tenute Sella) che in mattinata ci ha presentato i suoi nuovi progetti e Silvia Barbaglia, alle prese con nuovi impianti e le barbatelle germogliate. Il primo che ci ha accompagnati nelle suggestive sale dell'agriturismo La Prevostura, con vista sulle giovani vigne già in produzione, dove abbiamo avuto modo di provare le etichette di questa giovane realtà, oltre a quelle dell'ambizioso progetto Le Pianelle, con nomi illustri del mondo del vino, e i gradevolissimi e più immediati vini di Colombera e Garella. La seconda a capo dell'azienda Antico Borgo Dei Cavalli, coadiuvata dal padre e dalla famiglia intera, in grado di proporre una gamma più che completa di etichette di assoluto valore, da rividere graficamente, ma godibilissime.
Ma sarebbe stato improbabile vivere una giornata come questa senza una tappa golosa, così recupero un bigliettino da visita do…

Cuoco di Bordo di Senigallia (AN)

Immagine
Rimaniamo sul tema marinaresco anche in questa ultima giornata marchigiana, la conclusione del nostro tour poteva passare per i top della ristorazione italiana ma abbiamo preferito puntare su un indirizzo che prima dell'avvento di Cedroni ed Uliassi rappresentava il punto di riferimento in quel di Senigallia.
L'insegna probabilmente è rimasta la stessa, come molte altre di locali nei dintorni, insomma dintorni (ed insegna) che avrebbero bisogno di una rinfrescata.

La Frateria a Cetona (SI)

Immagine
Le prime riviste e guide gastronomiche che ho sfogliato una ventina di anni fa, riportavano recensioni entusiasmanti di questo magico luogo. Ho sempre sognato quindi di venire a mangiare alla Frateria, anche ora che i riflettori si sono spostati su target più commerciali e televisivi, ma non per questo, certe cucine, perdono il loro fascino. Anzi, è un po' come andare al mare nei momenti di meno affollamento, te lo godi di più. Così è stato per la Frateria di Padre Eligio. Uno splendido convento iniziato nel 1200 e ampliato nel corso dei secoli fa da cornice ad un gruppo di ragazzi appartenenti al Mondo X, la comunità di recupero fondata dal mitico Padre Eligio oggi ottantenne ma sempre in forma. Qui tutto ruota sull'ordine e rigore, basta vedere ogni aiuola, pettinata con il rastrello e nessun fiore fuori posto, oppure affacciarsi sull'orto e vederlo pulito e preciso come fosse un giardino di una villa. Se incontri uno dei ragazzi della comunità, questo si ferma e saluta…

Erard di Maiolati Spontini (AN)

Immagine
Quella sera si doveva quasi digiunare, dopo le scorribande tra le varie cantine ed il ricco pranzo al ristorante il Giardino di San Lorenzo in Campo, poi la curiosità, ed un consiglio spassionato, ci hanno fatto optare per una cena finalmente di pesce in quelle terre.
Veniamo infatti a sapere che la gestione attuale, che ha fatto molto bene in questa bella location, nel mese di maggio si è trasferita nella struttura di quello che fu lo stellato ristorante Le Busche a Montecarotto.  Titolare dell'attività è una giovane ragazza che sa quel che vuole, figlia di ristoratori esperti, ha saputo riassumere in questo luogo le caratteristiche del ristorante sempre sognato.

Il Giardino di San Lorenzo In Campo (PU)

Immagine
Seconda giornata marchigiana, la più intensa. Dopo la cocente delusione della sera precedente, ovvero dopo aver appreso della chiusura dello stellato Le Busche di Montecarotto e dell'apertura part time, solo nei giorni festivi, del rinomato Coquus, si è sperato per l'intera mattinata di poter essere serviti in questo locale, ai tempi premiato con una stelletta dalla famosa guida gommata.

Osteria del Bosco di Perugia (PG)

Immagine
Comincia qui la nostra tre giorni marchigiana, ma perché proprio da Perugia? Perché qui vive la nostra cara amica Sara, rimasta tale dai tempi del Mangione, curatrice del sito http://www.qualcosadirosso.com/. Ci accompagna in questo locale che potrebbe tranquillamente rientrare nella guida FuoriCasello, vista la vicinanza con l'uscita autostradale. Sale accoglienti, da vera osteria, servizio giovane e gentile.

Palazzo Pretorio a San Donato in Poggio (FI)

Immagine
In epoca di siti, blog e affini, sono venuto a conoscenza di questo ristorante pizzeria tramite il buon vecchio passaparola, infatti l'amico che me lo ha consigliato, c'era stato a mangiare su consiglio di un altro suo amico. Segno evidente che il passaparola non è affatto passato di moda, tutt'altro. Siamo nel pieno Chianti Classico e trovare un ristorante specializzato su piatti di mare e pizze napoletane non è molto facile. Il successo di questo posto sta soprattutto sulla pizza, fatta veramente con tutti i crismi partenopei, ma anche i piatti di mare non sono da meno.

Hotel Central Park di Marina di Pietrasanta (LU)

Immagine
Lo so, normalmente su questi lidi non ho mai scritto nulla su alberghi ed hotel, forse perché pochi mi hanno realmente colpito o forse perché i più carini li ho trovati in località che poi si sono rivelate di scarso interesse. Qui parliamo di Versilia, zona dalla quale, di riffa o di raffa, si passa anche solo per qualche giorno di relax come abbiamo fatto noi.

Magiargè di Bordighera (IM)

Immagine
Mi sono fidato delle immagini e di chi le ha lanciate nel web, l'amico Roberto Mostini che con i suoi articoli mi fa terribilmente venir voglia di spostare la mia residenza in Liguria (ancor più facile per uno che abita a Busto Arsizio).

Il vecchio borgo di Bordighera è uno scrigno che raggruppa un notevole numero di ristoranti in pochissimi metri quadrati, cercate nelle viuzze quello che più vi aggrada.

Blend4 di Azzate (VA)

Immagine
L'equazione vincente potrebbe sembrare tanto semplice, prendi due sommelier di successo internazionale, Ivano Antonini e Luca Martini, e le rispettive (ed altrettanto capaci) compagne, recuperi una vecchia osteria mal sfruttata da un bar di provincia ed il gioco è fatto, sembra facile ma non lo è.
Ho aspettato qualche mese prima di visitare questo locale perché, si sa, anche i migliori hanno bisogno di rodaggio e questa fredda giornata di gennaio mi è sembrata perfetta per una sosta golosa.

Wood di Gallarate (VA)

Immagine
Quanto tempo è passato dall'ultima mia recensione? Non che nel frattempo non ci sia divertiti, ma la voglia di scrivere, da una parte, e quella di fotografare, dall'altra, hanno comportato questa assenza prolungata, chissà se il 2014 sarà un anno intenso?
Mi preme però riprendere da un ristorante vicino a casa, come a voler testimoniare che anche da queste parti qualcosa si sta muovendo. In realtà i primi passi di questa attività sono stati fatti oltre due anni or sono, quindi possiamo arruolarla tra i locali che ce l'hanno fatta e che sono riusciti ad offrire qualcosa che mancava.
In realtà la zona è povera di ristoranti di livello ed il Wood credo si stia difendendo egregiamente, questa sera ne abbiamo avuto le prove.

Il Centro di Priocca d'Alba (Cn)

Immagine
Il Centro a Priocca è l'ombelico del mondo di Enrico Cordero e di sua moglie Elide (bellissimo nome). Qui ci lavorano oramai da diversi anni, avendo ereditato l'attività dalla famiglia di Enrico che la aprirono oltre 50 anni fa. Sono passati alcuni mesi da questa mia esperienza gastronomica e ancora mi ritornano in mente non solo tutti i piatti mangiati, frutto di scuola, di passione e di grande ricerca delle materie prime, ma anche tutti i ricordi di Enrico. Si passerebbero ore ad ascoltare tutti i suoi racconti sui clienti famosi o meno, che hanno fatto la storia del locale, dagli Agnelli, a Petrini di Slow Food, ai Pooh, passando da tanta gente comune che Enrico ricorda con tanto piacere. Si respira tanto Piemonte in questa casa, dall'ordine e la compostezza del locale (inizialmente forse un po' troppo rigido) fino alla cucina, vero e proprio biglietto da visita della regione.