La mia Nusstorte


Sono un modesto cuciniere, tendo a specializzarmi in quelle poche cose che mi riescono bene per non rimanerci male quando ti dicono: "Mmm, sa di poco" o "non mi fa impazzire".
Per questo quando so per certo che il risultato merita l'assaggio, ecco che comincio a fare pacchettini per amici e parenti (anche per incrementare la mia autostima).
Con la Nusstorte è stato amore a primo assaggio, mi ripromisi di cercare la ricetta per riprodurla a casa perché andare appositamente in Engadina per farne scorta mi sembrava eccessivo.
Dopo diverse modifiche sono giunto alla ricetta che ritengo migliore per questa torta prettamente invernale ma che amo con qualsiasi temperatura esterna.

Per la pasta:
Farina 00 320 grammi
Zucchero 150 grammi
Burro 180 grammi
Un uovo intero e un tuorlo
Un pizzico di sale
Nessun aroma (vaniglia o limone)

Per il ripieno:
Zucchero 150 grammi
Panna 200 grammi
Noci 200 grammi
Miele due cucchiai

Discorso miele:
ho provato prima quello di acacia, poi di girasole, poi di sulla. Girasole e acacia insieme hanno raggiunto il migliore connubio.

Preparazione:
prendere la farina e il burro ben freddo tagliato a tocchetti e sbriciolarli insieme. Aggiungere zucchero, uovo e sale ed incorporare lavorandoli il meno possibile. Una volta ottenuta una palla omogenea coprirla con carta trasparente e riporre in frigorifero per circa un'ora.

Tagliare quasi i 2/3 della pasta e stenderla in una tortiera di 26 cm di diametro, bucherellare il fondo e metterla in frigo.

Preparare il ripieno facendo sciogliere lo zucchero a fuoco dolce (non abbiate fretta). Una volta ottenuto un color nocciola aggiungere miele e panna (non ho ancora provato a fare il contrario, potrebbe andar bene ugualmente). Una volta ottenuto un composto omogeneo aggiungere le noci spezzate grossolanamente con le mani. Lasciar raffreddare per qualche minuto, nel frattempo stendete la rimanente pasta, versate il composto nella tortiera precedentemente foderata e coprite il tutto con la rimanente pasta. Ripiegate i bordi, sigillateli aiutandovi con una forchetta e bucherellate la parte superiore con attenzione.
Infornate per circa 45 minuti (fino a doratura) a 180°.

Fondamentale sarà lasciar riposare la torta per un paio di giorni, il ripieno si rapprenderà e legherà perfettamente con la pasta ottenendo il risultato sottostante. 



Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?