OttimoMassimo di Milano


Mi giunge voce di una recente apertura di una paninoteca gourmet tramite la gentile newsletter del Mangelo.it ed essendo in cerca di qualcosa di veloce ma non banale mi fiondo, a vedere cosa offre OttimoMassimo in Via Victor Hugo, di dirimpetto a Peck e Cracco.


Il locale e il nome non mi colpiscono in particolar modo, il primo è abbastanza standard, colorato, sale disposte su più piani (quello superiore con una temperatura piuttosto alta), con una zona caffetteria e salato e un'altra con gelati, dolci e centrifughe; per quanto riguarda il secondo una spiegazione mi viene data dalla mail sopracitata "prende il nome dal cane di Cosimo, protagonista del celebre romanzo Il Barone Rampante di Italo Calvino, che racconta la storia di un nobile ragazzino che per scelta decide di abbandonare la vita per vivere su un albero".


Il menu propone panini da 1.80 a 4.50 euro, insalate da 3.50 a 6 euro, toast a 2.50 e 3.50 euro e focacce da 2.50 a 4.50 euro in primis, poi torte, biscotti e cioccolatini. Piccola carta dei vini tutti, una dozzina di proposte, anche al calice da 4.50 a 10 euro.



Dalle vetrine si sceglie il panino preferito indicato da un numero e si paga alla cassa. Il servizio risulta ancora un pochino lento nonostante l'affluenza sia buona ma non eccessiva.

Io prenderò un trittico formato da: tartare profumata alla menta con cristalli di sale maldon e zucchina croccante nel francesino interessante per accostamenti, la menta rinfresca molto anche se la carne è solo discreta; bresaola della Valtellina igp con caprino al ginepro e rucola nel francesino, abbinamenti noti eccezion fatta per il ginepro che risulta invasivo; mortadella dop e crema di pistacchi nel morbidino, semplice ma piacevole.


Per il mio amico luganiga brianzola con brie e zafferano nel morbidino, anch'esso solamente gradevole.
A mio modo di vedere quando si vuole aprire una paninoteca gourmet la prima cosa sulla quale bisogna puntare è il pane, fattore che spesso invece viene snobbato dai più. La scelta del companitico è sicuramente ampia ed interessante (nove panini classici, cinque gourmet, cinque focacce e due toast), ma tra i prezzi non proprio bassini ed la dimensione degli assaggi, devo essere onesto, non credo che ci tornerò presto. Il tempo per raddrizzare il tiro c'è tutto, in bocca al lupo per questa nuova avventura.

Luca Formenti

OttimoMassimo
Via Victor Hugo 3, ang. Via Spadari
20123 Milano
Tel. +39 02 49457661
Web. http://www.ottimomassimogourmet.it/

Commenti

  1. Ma non c'è proprio storia....non c'è proprio storia col Cicciolo si vince a mani basse....

    RispondiElimina
  2. dovrò adoperarmi per provare il cicciolo ;)

    RispondiElimina
  3. A me il nome (OttimoMassimo) piace molto, forse perchè il Barone Rampante è uno dei miei libri preferiti ;)

    Il locale in questione non l'abbiamo ancora testato e... prima di parlare testeremo.

    Una curiosità: cos'è il Cicciolo?

    RispondiElimina
  4. In effetti parlo da ignorante in materia, quel nome mi suona così...strano! sono curioso di sapere cosa ne pensate del locale.
    Ps il cicciolo è la gastronomia/paninoteca dell'Oca Ciuca di Vigevano che offre prodotti di tutto rispetto ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

Love Eat di Castellanza (VA)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Ristorante Alusea a Silvi Marina (TE)

La Cucina del Toro di Milano