La Cantina di Cerreto di Spoleto (PG)


Ricetta di una giornata allegra per 4 persone: prendete 4 amici gourmet, una gita fuori porta, date retta ad un consiglio di due dei quattro amici che vanno in questo locale per 'rifarsi la bocca', un pizzico di pazienza per la strada non proprio comodissima e un locale che in quanto ad ospitalità, cucina e vini non ha assolutamente nulla da invidiare ai ristoranti blasonati.

Il risultato sarà la Cantina di Cerreto di Spoleto, a metà strada fra Spoleto e Norcia, alle porte dei magnifici monti Sibillini.


Il ristorante si trova nella piazza principale del paese, all'interno di un palazzo seicentesco che ospita anche alcune camere che consiglio di utilizzare se si rimane a cena, così si ha la possibilità di bere i grandi vini che Luigi, il proprietario, vi farà scegliere portandovi in cantina.
L'ambiente è rustico elegante, sia all'interno che all'esterno, con un bel pratino oltre il portico dove si trovano i tavoli all'aperto.
Il menù è molto attento alle materie prime e c'è una grandissima ricerca. Noi iniziamo con un benvenuto di Giardiniera, Ricotta di Castelluccio e Insalata di Nervetti. La Giardiniera sembrava uscita da un libro di cucina, perfetta. La ricotta invece era freschissima e giustamente vivacizzata, mentre mi ci sarebbe voluto un tir di insalata di nervetti perché era semplicemente fantastica.


Ci è stato consigliato (bene) di accompagnare il benvenuto con un fresco e di facile presa Frascati Superiore Epos di Poggio Le Volpi, una Malvasia con una piccola percentuale di Trebbiano.


Siamo passati all'antipasto, con un particolarissimo Prosciutto di pecora accompagnato da dei gustosi Crostini di formaggio di Capra, Pere Caramellate e Nocciole.


Dopo un inizio così scoppiettante, sarebbe stato un peccato calare e infatti il calo non c'è stato con i Ravioli ripieni di Baccalà.


L'antipasto e il primo lo abbiamo accompagnato da un vino Montepulciano d'Abruzzo Rudhir 2010 dell'azienda Jasci e Marchesani, una realtà biologica del teatino.


Sui secondi ci siamo davvero superati, in quanto abbiamo proprio esagerato, fra crudi e cotti, ma sempre bovino. Siamo partiti dalla Tartare di Fassona, passando per un Carpaccio di Chianina e infine un'ottima Fiorentina.Tutte materie prime provenienti da piccoli produttori selezionati e la qualità si sentiva tutta.




Il vino con cui abbiamo accompagnato la carne è stato consigliato direttamente dal titolare e c'è da fidarsi in pieno, in quanto grande appassionato. Ecco quindi arrivare al tavolo la Carmelo Roderò Riserva 1994, Ribiera del Duero dell'omonima azienda Roderò. Un vino di venti anni, di una eleganza magistrale.


A questo punto, eravamo veramente sazi, ma un posto per un assaggio di gelato fatto in casa si è dovuto trovare.

Che dire di questo posto? Sicuramente da tornarci, con più calma e come ho detto prima, approfittando di una delle camere che hanno per poter assaporare meglio e senza ansia i tanti vini e gli ottimi cibi che qui sanno proporre e trattare.

Ristorante La Cantina 
c/o Casa Piantamori
Piazza Pontano 1 
06041 Cerreto di Spoleto
Tel. 0743 922250
Fax 0743 923147
sito: www.casapiantamori.com/index.php
email: info@casapiantamori.com
Chiuso lunedì e martedì
Costo medio vini esclusi, 32/35 euro.

Commenti

  1. Good post. I learn something totally new and challenging on blogs I stumbleupon every day.

    It's always exciting to read articles from other writers and practice something
    from other web sites.

    Look into my homepage :: dreamhost coupons 2014

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Gustoo di Busto Arsizio (VA)