Le aPi OsTeRia - MiLaNo


Ricordo una classifica su un sito gastronomico on line che poneva Le Api Osteria tra i locali consigliati da un noto chef, la ricordo tra nomi blasonati, incastonata lì tra indirizzi che, per alcuni, necessitano della famosa "occasione speciale" per recarcisi. 
Il menu - con prezzi più che avvicinabili - strizza decisamente l'occhio alla tradizione milanes-lombarda, ormai radicata mente e corpo nell'esecuzione dello chef Hide Matsumoto, le qual radici credo siano facilmente decifrabili. 
La carta dei vini viaggia su e giù per lo stivale, tra entità soprattutto artigianali ma ahimè con poco spazio per i vini naturali, tipologia alle quale il mio compagno di avventure Sebastiano ed io siamo particolarmente avvezzi.
La nostra comanda:

Sgombro alle spezie colombo, ceviche di verdure e funghi champignon al profumo di coriandolo €13,50
Partiamo dal piatto più fuori dal coro, un "sempreverde" della cucina se la qualità del pesce azzurro è tale (ottima anche la marinatura), passe-partout per le stagioni estate-inverno, per gli amanti delle sensazioni esotiche del coriandolo in versione fresca e secca. 

Testina di vitello impanata, asparagi e salsa a base di aceto rosso, scalogno, cetrioli e uovo sodo €14,00
Asciutto il fritto, giustamente calibrata la quota lipidica resa ancor più golosa dalla salsa e dai croccanti asparagi.

Coniglio farcito, praline di mandorla e bresaola, jus con ragù di verdure e fave €17,50
L'unico piatto debole di nerbo. La tenerezza esemplare delle carni non è stata valorizzata da una salsa eccessivamente caratterizzata da note di oliva e mancante di un'ardente  e violento passaggio in padella.

Fricassée di guancia di vitello e verdure con jus al basilico €17,00
Didattica nell'accezione più positiva possibile, quasi ammirevole, la cottura del (per chi scrive) più nobile dei tagli.

Crème brûlée , sorbetto di lamponi e lamponi freschi €9,00
Inappuntabile la crema, abbinamento con i frutti rossi che rinfresca ma si limita a quello.

Pera e cioccolato lucido, crumble di cacao e parmigiano, pere, cialda di polenta al cacao €9,00
Intrigante il boccone con la nota salata del parmigiano, vira eccessivamente su note edulcorate in sua mancanza. 
Il nostro vino: 

In mancanza del più fresco rosato, puntiamo sul Nero d'Avola '16 Porta del Vento. Caldo, intenso.
Il rapporto qualità prezzo risulta decisamente interessante e quasi sorprendente per chi sfrutta la possibilità di prenotare con l'applicazione The Fork. Lo sconto del 20% a fine cena ha del miracoloso e quasi svilente per un locale di tal caratura.

Le Api Osteria 
Via Carlo Foldi 1, Milano
+39 02 8457 5100

Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Love Eat di Castellanza (VA)

Ristorante Alusea a Silvi Marina (TE)

Io Bevo Così '18 e qualche consiglio per la prossima estate