NeBbiA - MiLaNo


Hanno trovato il giusto compromesso per il successo, in via Evangelista Torricelli al civico 15.
Una trentina di coperti, una cucina morbida e carezzevole, una carta dei vini contenuta che varia con una certa celerità, un servizio affabile nei modi, coordinato nei tempi e giovane in tutte le sue compagini.


Mise en place elegantemente essenziale, priva di tovagliato che lascia spoglia una fine base lignea.

Per gli addetti ai lavori la carta dei vini mette in mostra nomi piuttosto noti della sfera artigianale, senza estremismi, ma la curiosità di chi la governa porterà a proporre anche alcune chicche.

Non è previsto un benvenuto della cucina, e lo dico solo per spirito di informazione e non come Malus. In compenso giunge un pane a lievitazione naturale con farine semi integrali di pregevole fattura.

Il piatto che sembrerebbe di concezione più prevedibile si rivela il più calibrato e brioso. La carne cruda di Fassona Piemontese con carciofi e chips di topinambur (14 euro) è giustamente untuosa (l'uso dell'olio servito al tavolo non sarà necessario), ben contrastata dalla note dolci e amare del carciofo e rinvigorita dalla salinità delle chips. Boccone che colpisce nel segno.




Piace, e molto, anche la lingua con salsa verde e puré di patate (11 euro). Allieta perché le carni sono ben compatte e non portate oltre cottura, ottima salsa verde, profumata e salmastra, purè di grandissima concentrazione.




Ecco, la concentrazione. Questa è il punto che in tutta questa precisione potrebbe essere corretto, rivedendo e calmierando l'utilizzo di grassi. La pasta e fagioli con cozze, lumache e peperoncino (15 euro) è assai succulenta ma tende a velare le papille gustative facendo perdere i sentori marini e terrosi degli altri ingredienti.



Piatto meno compreso è stata la pecora arrosto, fave e latte di capra (20 euro) dalla cottura veramente estrema. La carne è stata appena sigillata per mantenerne la succulenza ma giunge comprensibilmente tiepida al tavolo, le parti coriacee non permettono una facile masticazione e la possibilità di apprezzare le pregevoli verdure di assoluta ricercatezza.


Il nostro vino: Les Petits Pas '17 Domaine du Pas de l'Escalette (38 euro). Grenache (45%) - Syrah (30%) - Carignan (15%) - Cinsault (10%). I piccoli passi in etichetta sono quelli dei figli del produttore, Jules et Gabriel, vino che dall'azienda viene segnalato per la maggiore immediatezza, in realtà porta con se' il calore dell'annata e la ricchezza di corpo delle terre della Région du Languedoc.


Intensità anche nel ramo dolce. 
La torta di cioccolato e moritas con crema al mascarpone (6 euro), piace per l'intensità del fondente utilizzato e per la densa texture. Un fine pasto di carattere.


La nocciola, miele e cereali (6 euro). Anch'essa ricca ma decisamente più rinfrescante, cucchiai golosi si susseguono con grande facilità (al limite dell'ingordigia).




Funziona già - e funzionerà - il meccanismo perché nulla è fuori posto ma osando e snellendo anche l'avventore più pretenzioso verrà accontentato, 

Luca Formenti

Nebbia 
Via Evangelista Torricelli, 15 20136 Milano 
Tel: +39.02.827.815.57 
Da martedì a venerdì 18:30 — 1:00* 
sabato e domenica 11:30 — 15:30 18:30 — 1:00* 
Chiuso il lunedì
*La cucina chiude alle 23

Antipasti (inizio): 7 - 14 euro.
Primi (prima): 14 - 15 euro.
Secondi (poi): 16 - 20 euro.
Costata di pezzata: 80 euro.
Contorni: 6 euro.
Dolci: 6 euro.
Pane e Acqua: 2 euro.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Love Eat di Castellanza (VA)

Ristorante Alusea a Silvi Marina (TE)

Io Bevo Così '18 e qualche consiglio per la prossima estate