La Perla di Varese


E pensare che siamo partiti semplicemente con una voglia di pesce da appagare con un paio di piattini veloci. Una volta letto il menu all'entrata del locale, il desiderio di seguire un percorso guidato ci ha indirizzati verso la proposto più ampia, ma andiamo per gradi.

Cos'è La Perla? Non è il ristorante pizzeria la perla, specialità pesce (adesso che ci penso non ne ho mai vista uno con specialità carne), che spopola nella nostra penisola, no no no. E' La Perla, ristorante di tono del centro di Varese City. Porta in vetro con campanello e piccolo giardinetto, entrata con cordiale comitato di benvenuto. Un ambiente molto classico e ben arredato, con nuances madre perla e mise en place impeccabile, un indirizzo per cena d'affari o romantiche, ecco il motivo per il quale mi sono preso del ricchione (ops gay) dalla mia fidanzata, essendo venuto quest'oggi con un mio fido collega manco fossimo uomini d'affari, tzé.

Come si diceva lo sguardo al menu è stato distratto e mi sono segnato soltanto alcuni dei prezzi impressivicivisi-cisi. Antipasti da 12 a 15 euro, primi piatti da 10 a 18 euro e secondi da 17 a 28 euro, menu degustazione a 35 euro bevande escluse. Solitamente a cena viene presentato un interessante carrello del pescato dal quale estrapolare la materia prima che più aggrada.

Sguardo più attento invece ad una carta dei vini dal buon numero di etichette seppur non molto ricercate e povera di chicche, giusto per rendere un'idea i nomi erano: Antinori, Garofoli, Cortaccia, Terlano, per carità buoni prodotti ma dai più conosciuti.

Usciremo dai confini peninsulari per andare in Borgogna con un Petit Chablis '10 Albert Pic, vino dalla caratteristica mineralità che, ammorbiditosi dopo pochissimo, ha ben accompagnato il nostro pranzo grazie ad una fresca beva.


Sul piattino del pane verranno serviti dei discreti bocconcini al sesamo, bianchi e ai semi di papavero, che credo vengano acquistati e non prodotti in loco.

Avendo ordinato il menu degustazione non ci verrà servita la tavolozza con vari assaggini. Un vero e proprio antipasto che vi consiglio di tenere in conto al momento della comanda per non risultare eccessivamente sazi già dopo il primo piatto.

Da qui comincia "il percorso della Perla".

Noci di capesante al burro di arachide con purea di zucchine e capperi di Pantelleria. Morbidissima la consistenza della capasanta avvolta nella pancetta che dona sapidità al piatto. Gusto pieno ingentilito dalla crema leggera di zucchina, un ottimo inizio.


Insalatina di puntarelle e giovani calamaretti con vinaigrette ai lamponi. Forse il meno interessante dei piatti del degustazione. Nonostante gli elementi siano tutti di grande qualità, dai morbidi calamari (che solo lessati perdono lievemente il loro piacevole sapore), alle fresche e croccanti puntarelle e la freschezza del lampone, il cerchio non si chiude, come se mancasse qualcosa.


Pansotti di scampi e gamberi con colatura di alici. Il ripieno di pesce si sposa ottimamente con l'intingolo deciso di colatura di alici e alici disfatte nel soffritto, me ne sarei fatti almeno un altro paio. Fondo da pericolo scarpetta.


Paccheri di Gragnano trafilati al bronzo cacio e pepe. Piatto semplice semplice ma che può dare grandi soddisfazioni, un intermezzo che ci voleva e che esce per un attimo dal seminato marinaro. Eccellente l'abbinamento con il petit chablis che lega con la crema ed esalta la componente aromatica del pepe.


Baby lot arrostita alla vernaccia. Forse il piatto della giornata, togliete il forse. Coda di rospo perfettamente cotta, con una salsa dall'equilibrata speziatura, accattivante l'abbinamento con la composta di cipolla rossa di Breme e uvetta.


Dolce di Varese con chantilly calda. Il classico che non muore mai. Buono il dolce con la sua ricca quota di granella di nocciole nell'impasto arricchito da una discreta crema chantilly.


Con il caffè viene servita della piccola pasticceria composta da un paio di bignè con crema, una lingua di gatto alla cannella e una meringhetta, tutto nella norma.

Il servizio, come in un'altra occasione, è stato molto accomodante con soltanto qualche piccola sbavatura. I calici sono stati rabboccati nei momenti più consoni, seguendo un ritmo della cucina un filo incalzante. 

Una cucina non eccessivamente articolata ma ben realizzata con una piacevolezza costante, un picco sul secondo piatto e una gradevole chiusura dolce. Un locale grazie al quale sarà difficile sfigurare.

Ristorante La Perla
Via Carrobbio, 19
21100 Varese
Tel. +39 0332 231183
Web. http://www.perlaristorante.it
Chiuso il lunedì.

Antipasti: 12-15 euro.
Primi: 10-18 euro.
Secondi: 17-28 euro.
Degustazione: 35 euro.

Commenti

  1. Grazie per aver condiviso questi piatti deliziosi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a voi per averci letto, interessante il vostro sito ;) A presto Luc

      Elimina
  2. Vorrei proprio andare per il mio compleanno a questo ristorante, il tuo articolo mi ha convinto. Saluti
    Yordan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Yordan,
      spero La Perla riesca a soddisfarti pienamente. Tieni presente che alla sera, solitamente, viene servito un ampio benvenuto della casa che da solo vale un piatto.
      Auguri
      Luc

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Gustoo di Busto Arsizio (VA)