Al Cambio di Bologna

Qual è il miglior ristorante di Bologna? Non li ho provati tutti ma secondo me il ristorante 'Al Cambio' è difficile batterlo. E' la terza volta che ci vado e sono uscito sempre soddisfatto. Il locale si trova nella periferia nord della città, intorno all'uscita 7 della tangenziale, vicino alla Fiera.


Dentro è un posto senza tanti fronzoli, pulito e lineare, tavoli giustamente distanziati, qualche separé per dare un po' di movimento all'unica sala. Il servizio è da più stelle michelin, gentilissimi, garbati, di lungo corso, mai una parola di troppo, mai troppo distacco e sempre dispensatori di consigli. Sanno essere rassicuranti e sanno fare il loro mestiere. Bravissimi, secondo me tanti di questo mestiere dovrebbero venire ad imparare da loro.


Dopo uno sguardo al menù, la mia scelta si orienta su due piatti, uno di pesce e uno di carne, accompagnati da un calice di vino bianco Grillo, dell'azienda agricola Cossentino, agricoltura biologica. Dopo un piccolo assaggio di benvenuto composto da tonno con zucchine in scapece ecco che arriva il mio antipasto, Insalata di Palamita, burrata, cipolla e sedano. Più che un'insalata è una composizione.


Quattro bocconi di palamita, con sopra un cucchiaino ciascuno di burrata, cipolla leggermente stufata e fili di sedano, serviti con una crema di carote ed arancia molto gustosa. A trovare il pelo nell'uovo a questo piatto, forse lo avrei gradito più aggressivo, perché se si parla di tonno e cipolle, penso sempre a qualcosa di strong e non di molto delicato.

Con il primo piatto invece non ho trovato nessun difetto, anzi, ho trovato tanto pane per fare la scarpetta! Che buoni i Tortelli di Faraona con asparagi e spugnole!


La sfoglia della pasta è stata eseguita magistralmente, né troppo grossa né troppo fna, il sugo finalmente saporito, così come il ripieno della faraona. Non so come sono stati cotti gli asparagi ma sono risultati quasi croccanti, e contrastavano bene con il morbido dei tortellini. I funghi invece davano quel tocco di bosco che ho ben gradito. Gran piatto!

Ero convinto di aver fatto la foto del dessert, anzi io sono sicuro di averla fatta, ma non so perché, una volta uscito dal locale, mi sono messo a riguardare le foto e non l'ho trovata. Cercherò quindi di descrivere il più possibile l'ottimo Cheesecake Bolognese. Su di un piatto a forma di lavagna, mi viene presentato un tortino composto dall'80% di squacquerone e 20% di stracchino servito con una ottima crema di pere e una riduzione di saba fatta con il pignoletto. Ottima esecuzione anche di questo piatto, un'idea nuova che omaggia la grande Emilia.

Concludo con un buon caffè della selezione Lelli e il conto che si assesta a 51 euro ottimamente spesi e così suddivisi: Coperto 4 euro (forse la nota più stonata), antipasto 16 euro, primo 16, vino al calice 5, dessert 8 caffè 2.

Lo chef Poggi entra di diritto fra i miei preferiti!

Alberto Lorenzini

Ristorante Al Cambio
Via Stalingrado, 150
40128 Bologna
Tel. +39 051 328118
Chiuso sabato a pranzo e domenica.




Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?