Menzaghi di Fagnano Olona (VA)


Quanti anni sono passati dall'ultima visita in questo ristorante-enoteca. L'ultima volta la ricordo bene perché credo di aver bevuto il primo vino sorprendente, uno chardonnay californiano con almeno 20 anni di affinamento, non ero ancora maggiorenne e mai mi sarei immaginato di appassionarmi così tanto a questo mondo, il proprietario di questo locale ha una parte di "colpa".

Quindi perché non tornare in quel luogo per festeggiare l'ultimo esame pre-vacanze estive di Alice?

Sembra che il tempo si sia fermato in questo locale, l'atmosfera è la stessa di un tempo, quel mix tra ristorante/trattoria/salotto della nonna a cui vuoi tanto bene. Anche il proprietario non sembra cambiato, grande capacità di farti sentire a casa, affabile sorriso, cura verso il cliente e qualche consiglio che non guasta mai, oltre a qualche capello grigio in più come è normale che sia.

Tavolino contenuto ma con una bella mise en place, con adeguato bicchiere per il vino, sottopiatto, un fiore d'ortensia al centro del tavolo, sedute comode in legno con cuscinetto.


La carta permette di scegliere tra cinque portate per ogni tipologia dai 9 ai 12 euro per gli antipasti, dai 9 agli 11 per i primi e da 16 a 18 euro per i secondi (quelli di pesce vanno esclusivamente in base alle disponibilità del pescato), più una degustazione di formaggi a 13 euro, dolci proposti a 6 euro.

Si parte, ecco il benvenuto della cucina.
Filetto trentino affumicato. Si comincia con un assaggio di morbido e ben affumicato filetto tagliato sottilmente, servito con del pane fatto in casa, quest'ultimo purtroppo non all'altezza, troppo compatto.


La carta dei vini offre una scelta molto ampia soprattutto nella voce 'rossi', più contenuta la parte dei bianchi e delle bollicine.
Dietro consiglio, accompagneremo la nostra cena con un Soave Classico Monte Fiorentine '11 Cà Rugate. Colore giallo paglierino tendente al verdognolo...


...dopo un'attenta valutazione possiamo denotare la sua estrema giovinezza e alla stesso tempo la più che discreta struttura, buona acidità, note agrumate, da lasciare un paio di anni in affinamento (Alice).


Filettino di pesce di lago in carpione delicato. Carpione servito con una caponatina che ne ingentilisce il gusto, si ritrova quindi la tendenza dolce delle verdure piuttosto che l'agro del carpione, buono il pesce delicatamente fritto.


Tartare di salmone scozzese marinato con insalatina profumata agli agrumi. Fresco salmone, servito con una profumata insalata con le zeste dell'arancia che donano lo sprint giusto al piatto.


Riso al salto con erbette, crema allo zafferano e gamberi. Tortino di riso un filo troppo morbido, delicata e ben realizzata la salsa, molto buoni i gamberi, onestamente non mi ha colpito particolarmente.


Filetti di persico croccanti con verdurine. Sono state ottenute delle chips di persico grazie alla perfetta frittura, croccante al punto giusto, senza sentori invadenti di olio, abbinamenti tanto semplice, forse troppo...


Crostata di ciliegie e ricotta con gelato alla crema. Buona la crostata con una frolla dal gusto intenso che avvolge il palato, rivedibile il gelato (con cuore troppo freddo).


Con il caffè qualche biscottino non fatto in casa.


Una cucina radicata alla vecchia scuola, nella realizzazione e nell'impiattamento, tutto gradevole, carente se vogliamo dello sprint fantasioso ma ciò che fa la differenza sono un ambiente perfettamente mantenuto, e quindi l'aria che se ne respira, e i modi di un oste d'altri tempi (e della sua assistente, dispensatrice di sorrisi) che permettono di passare un paio d'ore in assoluta rilassatezza. Torneremo in inverno per un menu carnivoro.

Luca Formenti

Ristorante Enoteca Menzaghi
Via San Giovanni, 74
21054 Fagnano Olona (VA)
Tel. +39 0331 361702
Chiuso domenica sera e lunedi.

Antipasti: 9 - 12 euro.
Primi: 9 - 11 euro.
Secondi: 16 - 18 euro.
Degustazione formaggi: 13 euro.
Dolci: 6 euro (passiti 5 euro al calice).
Coperto: 3 euro.


Commenti

Post popolari in questo blog

Pizzeria Montegrigna by Tric Trac di Legnano (MI)

BruciaBarrique di Gallarate (VA) Ci voleva tanto?

Gustoo di Busto Arsizio (VA)